logo2

PSR CAMPANIA – Azione 4.2.2.

La tipologia 4.2.2 è una delle novità assolute del Psr di transizione. Con il primo bando, dell’importo di 10 milioni di euro, l’Amministrazione regionale sosterrà le imprese di più recente costituzione e con fatturati di modesta entità che operano nel settore della lavorazione e/o trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli: l’obiettivo è favorire i processi di digitalizzazione aziendale mediante l’utilizzo delle tecnologie afferenti al Piano di Transizione 4.0 e lo sviluppo di canali commerciali come l’e-commerce nonché tecnologie utili a facilitare la tracciabilità dei prodotti agricoli trasformati.

Saranno ammissibili a contributo le seguenti categorie di spesa:

– miglioramento di immobili, destinati esclusivamente alle attività di lavorazione e/o trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli quali opifici, depositi, locali per la vendita diretta e uffici (queste ultime due tipologie di immobili devono essere localizzate all’interno del sito produttivo);

– acquisto di nuovi impianti, macchinari e attrezzature (impianti, macchinari e attrezzature finalizzati alla lavorazione e trasformazione dei prodotti agricoli; macchinari innovativi che utilizzino le tecnologie del modello industria 4.0 di cui all’allegato A della legge 232/2016; impianti finalizzati al risparmio idrico – riutilizzo/riciclaggio delle acque di processo – e alla produzione di energia da fonti rinnovabili da utilizzare esclusivamente per esigenze aziendali);

– acquisto di programmi informatici (programmi informatici; investimenti immateriali che utilizzano le tecnologie del modello industria 4.0 di cui all’allegato B della legge n. 232/2016; piattaforma e-commerce progettata con il seguente contenuto minimo in termini di moduli/funzionalità: gestione magazzino; gestione listino prezzi, offerte e pagamenti; gestione clienti/vendite; ottimizzazione per dispositivi mobili).

– spese generali.

Condividi:

Post recenti:

Riabilitazione banche dati

Con che frequenza sono aggiornati i dati CR? Gli intermediari (banche e società finanziarie) trasmettono le segnalazioni alla Centrale dei rischi (CR) con cadenza mensile.

Leggi »